Advertisement
 
 
N°9/2010 Al via il progetto Edulatina!
Inizierà il 3 novembre, a Genova, presso Villa Rosazza, il corso “EDULATINA: Idee e strumenti per l’integrazione a scuola” che costituisce il cuore dell’omonimo progetto sostenuto da Regione Liguria nell’ambito delle azioni di educazione alla mondialità e realizzato da Centro In Europa e Fondazione Casa America in collaborazione con il Centro Risorse Alunni Stranieri dell’Ufficio scolastico regionale (MIUR) e il Laboratorio Migrazioni del Comune di Genova.
Il corso si rivolge agli insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado di Genova (ma la diffusione è stata fatta in tutta la Liguria),  e ha lo scopo di offrire loro una migliore comprensione della cultura di provenienza degli studenti di origine latinoamericana.
Caratteristica trasversale del progetto è l’attenzione alle dinamiche globali e all’interdipendenza di cui sono espressione in particolare i fenomeni migratori e le questioni ambientali, che trovano proprio nei paesi dell’America latina una loro significativa declinazione.

Obiettivo mediato è rafforzare la consapevolezza, tanto negli studenti “stranieri” che in quelli italiani, che i Paesi dell’America latina dispongono di un ricchissimo patrimonio storico e culturale.  
Il progetto è stato presentato da Centro In Europa e Fondazione Casa America in rete con sei scuole di Genova: SMS D’Oria Pascoli, ISSS Firpo–Buonarroti, ITC Carlo Rosselli, IPSIA Gaslini-Meucci, Liceo Linguistico Grazia Deledda e Istituto Duchessa di Galliera.
Il corso si svolge nel corso dell’anno scolastico 2010-2011, nel periodo compreso tra novembre e marzo, alternando testimonianze di esperti e personalità rappresentative della cultura latinoamericana e laboratori.
Si articola su un’introduzione, alla presenza delle autorità e delle organizzazioni promotrici, tesa a evidenziare obiettivi e contenuti del corso e incontri formativi su diverse aree tematiche: attualità politica ed economia, cinema, musica, ambiente, religione, lingua e contesto familiare.
È previsto poi un incontro di carattere laboratoriale che riprenderà diverse esperienze di successo sul tema delle migrazioni, portando ad esempio alcune buone pratiche di mediazione culturale realizzate nelle scuole o in collaborazione con enti e associazioni.

La presentazione del corso del 3 novembre consentirà di entrare immediatamente nel vivo con le relazioni di Paolo Arvati, sociologo (il fenomeno migratorio in Liguria) e di Marco Bellingeri, professore di Storia dell’America latina all’Università di Torino, che inquadrerà storicamente le migrazioni verso e da quell’area.
Tra gli altri relatori proposti, tutti con provata esperienza nei diversi ambiti del corso,  Clara Caselli, Bruno Barba e Laura Sanfelici dell’Università di Genova, Marco Cipolloni, dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Danilo Manera, dell’Università di Milano, Marco Antonio Ribeiro Lima, direttore dell’Istituto Brasile Italia di Milano. Presenteranno inoltre le loro esperienze personalità rappresentative della cultura latinoamericana ed esperti da anni impegnati nell’ambito delle dinamiche migratorie e delle mediazioni culturali, come Monsignor Lino Panizza, vescovo di Carabayllo-Lima, Padre Angelo Pansa, missionario in Amazzonia e Alberto Correa, da anni impegnato nell’orientamento e nel sostegno psico-pedagogico ai ragazzi latinoamericani.
Gli insegnanti partecipanti saranno incoraggiati a trasferire in classe conoscenze e metodi appresi durante il corso: le soluzioni didattiche individuate e i risultati raggiunti saranno infatti presentati e discussi nell’evento finale del progetto, previsto a marzo 2011.

Maggiori informazioni su Edulatina possono essere richieste al Centro In Europa 

A cura di Etrika Norando
 collaboratrice del Centro In Europa

Commenta questo articolo sul blog del Centro In Europa http://www.centroineuropa.wordpress.com

 
 
 
© 2017 Centro in Europa - CF 95028580108 - PI 01427710999