Advertisement
 
 
N.1/2011 – Mediterraneo. Al centro della politica?

Mediterraneo: al centro della politica?

Il nuovo numero della nostra rivista, intitolato “Mediterraneo: al centro della politica?” nasce dall’aspirazione a tentare di dare risposta alla domande sollevate dalle rivolte nordafricane dei primi mesi di questo 2011.

In Tunisia prima e in Egitto poi i moti di piazza hanno sconfitto e allonatanato regimi dittatoriali al potere da  decenni, imprimendo un’improvvisa svolta nelle traiettorie politiche, economiche e sociali di quei paesi e delle aree circostanti e mettendo in discussione, di conseguenza, gli equilibri globali.

L’Occidente nel suo complesso è parso per lo più colto di sorpresa da avvenimenti di tale importanza in un’area che da molti anni era stata in sostanza dimenticata dall’opinione pubblica e dai media, in quanto messa in sicurezza da regimi spesso tutt’altro che rispettosi dei diritti umani, ma capaci di garantire una certa stabilità politica e una certa sicurezza dei rapporti economici.

Nel tentativo di avviare un percorso di osservazione, studio e riflessione su questi avvenimenti, attorno al Centro In Europa si è raccolto un gruppo di osservatori provenienti dai più diversi percorsi personali e culturali: docenti universitari, giornalisti, mediatori culturali, rappresentanti delle istituzioni, italiani o originari degli stessi paesi del Nord Africa, si sono incontrati per discutere, analizzare, conoscere questa realtà. “Mediterraneo: al centro della politica” raccoglie i risultati di questo percorso, senza pretese di esaustività ma con l’intento, più che di fornire risposte, di sollevare le giuste domande, riaffermando la centralità strategica del sud del mediterraneo rispetto alla nostra area di provenienza: il nord ovest italiano.

Il numero contiene interventi, tra gli altri, di David Sassoli e Francesca Balzani, parlamentari europei, del prof. Nadir M. Aziza, direttore dell’Osservatorio del Mediterraneo presso il Ministero degli Esteri, del prof. Amedeo Amato, direttore dell’Osservatorio permanente sull’economia dei paesi del sud del Mediterraneo, di Alessandro Barberis, presidente della Camera di Commercio di Torino e dei presidenti delle Autorità portuali di Genova e della Spezia, Luigi Merlo e Lorenzo Forcieri.

 
 
 
© 2017 Centro in Europa - CF 95028580108 - PI 01427710999