Advertisement
 
 
VERSO L’ERA DELL’IDROGENO

 Un mondo senza petrolio è possibile  

Movimento Ecologista
 

In collaborazione con
Centro In Europa
con il patrocinio della
Provincia di Genova

La “rivoluzione energetica” è già iniziata.  Il sistema economico industriale basato sull’idrogeno, sarà uno dei leit-motiv del 21° secolo. Quali le aspettative? Informazioni, dati e proposte per una grande svolta energetica  che superi la dipendenza dai combustibili fossili, lanci le fonti rinnovabili e le nuove tecnologie come strada maestra per la produzione dell’idrogeno.  La documentazione esistente è già imponente. Dai  recenti libri, già best seller,  di Jeremy Rifkin ( Economia all’Idrogeno) e di  Peter Hoffmann (L’era dell’Idrogeno. Energia per un pianeta pulito), all’ informazione mediale. I  colossi mondiali dell’automobile hanno già deciso, le grandi  compagnie petrolifere anche: stanno  investendo in una nuova direzione,  appunto l’era dell’idrogeno, un vettore energetico pulito. Entro il 2003 le prime decine di bus a idrogeno circoleranno in Europa, anche in Italia. In Islanda lo scorso mese di Aprile è stata aperta la prima stazione di servizio per auto a idrogeno.  Da alcune  fonti  scientifiche autorevoli, investire sull’idrogeno porterebbe, da subito, 100.000 posti di lavoro.  E sullo sfondo,  in un futuro vicino, si intravede finalmente il passaggio dalla dipendenza petrolifera all’indipendenza energetica pulita.
Il nostro paese non può che essere fortemente interessato da questa “rivoluzione” che segnerebbe un’altra trasformazione globale in un mondo già globalizzato. In che tempi? Attraverso quali decisioni? Quali attori deliberativi? Quali i costi? E chi investe  e chi fruisce?  Con quali incentivazioni?
Questo convegno, oltre che fornire  informazioni e dati  aggiornati,  indicherà anche qualche obiettivo  a medio e breve termine nel quadro di una visione che interessa l’Italia all’interno dell’Unione Europea.
Le proposte del Movimento Ecologista  si rivolgono sia al mondo industriale, non solo automobilistico, sia a quello dei decisori politici  nel governo e nel parlamento.  L’ecologismo può e deve compiere  un deciso  passo  in avanti abbandonando posizioni di nicchia  attraverso  proposte  locali e globali per rendere praticabile  quella sostenibilità dello sviluppo che ancora è in grande ritardo sulle  proprie enormi  potenzialità  innovative. La promozione di questo convegno si colloca in questa direzione.


PROGRAMMA

Ore 17.00
Apertura lavori
Gualtiero Schiaffino – Movimento Ecologista

Ore 17.10
Comunicazioni Introduttive

il progetto “Prove di futuro: prospettive di politica ecologista per Genova”
Lino De Benetti – Esecutivo Nazionale Movimento Ecologista e              Presidente Istituto Futuro Sostenibile

“Un piano energetico per la Provincia di Genova”
Renata Briano – Assessore all’ambiente della Provincia di Genova

“Politiche energetiche nell’Unione Europea”
Carlotta Gualco  – Direttore del Centro In Europa


Ore 17.30
Relazione “L’Italia e l’economia dell’Idrogeno”
Vincenzo Naso – Direttore del Centro Interuniversitario per lo Sviluppo sostenibile (CIRPS)

Ore 18.00
Tavola Rotonda
Coordina: Lino De Benetti (Movimento Ecologista)

Gianni Mattioli
Università La Sapienza e Coordinatore del dipartimento Ricerca scientifica e Sostenibilità” della Fondazione Di Vittorio

Giorgio Giorgetti
Ordinario di Organizzazione Aziendale alla Facoltà di Economia dell’Università di Genova e membro del Direttivo del Centro In Europa

Massimo Giacchetta
Amministratore Delegato del CAT  Bonifiche ambientali

Giuseppe  Onufrio
Direttore dell’Istituto per lo Sviluppo Sostenibile Italia (ISSI)

Ore 19.00
Conclusioni
“Le proposte politiche e economiche, gli obiettivi possibili”
Massimo Scalia – Università La Sapienza e Presidente Movimento Ecologista

Ore 19,30
Dibattito


Segreteria Organizzativa
Istituto Futuro Sostenibile
Via I. Frugoni 5/2 – 16121 GENOVA
Tel. 010584428  – Fax 010532067
e-mail info@futurosostenibile.it

 

 
 
 
© 2017 Centro in Europa - CF 95028580108 - PI 01427710999