Advertisement
 
 
IL LAVORO FEMMINILE – Una priorità dell’Unione europea

 

IL LAVORO FEMMINILE

Una priorità dell’Unione europea

 

Un contributo al prossimo numero della rivista In Europa “L’Unione europea non può più attendere” 

 

Genova,  martedì 19 giugno 2007, ore 17.00

Centro In Europa, via Ippolito d’Aste 7/5

 

Introduce Carlotta GUALCO, direttore del Centro In Europa

 

Ne discutono:

 

– Floriano CERDINI, segretario generale UIL Liguria

– Daniela CIBRARIO, responsabile Pianificazione e Controllo RINA

– Carla GARDINO, imprenditrice

– Anna GIACOBBE, segretario generale CGIL Liguria

– Sergio MIGLIORINI, segretario generale CISL Liguria

– Susanna PICASSO, dirigente Provincia di Genova

  

Modera Nadia CAMPINI, giornalista

  

In cinquant’anni di unificazione europea, la parità di genere ha compiuto notevoli avanzamenti in termini di normative, politiche e programmi. L’Unione europea individua oggi in una maggiore partecipazione femminile al mercato del lavoro uno dei pilastri della sua strategia per la crescita e l’occupazione e dedica a questo aspetto una parte significativa della sua “Tabella di marcia per la parità tra donne e uomini” fino al 2010.

In Italia il tasso di occupazione femminile è il più basso dell’Unione europea, se si eccettua Malta. Con questa discussione si intendono fornire spunti per una riflessione su quanto è stato fatto finora e su quali azioni – condotte a livello europeo, nazionale o locale – possano favorire una maggiore partecipazione delle donne al mercato del lavoro.

 
 
 
© 2017 Centro in Europa - CF 95028580108 - PI 01427710999